La cattiva strada

Quando uscì nel 1950, fece scalpore la storia d’amore tra il quattordicenne Denis e la giovane monaca, suor Clotilde, di ventisei anni. Oggi forse del romanzo “Les mal partis”, in Italia “La cattiva strada” tradotto per Adelphi con sobrietà e

Vincoli

Tornare a Holt con “Vincoli” è un partire da Holt, in maniera definitiva: giungere all’origine da cui la Trilogia della Pianura è scaturita. Trovare un Kent Haruf più giovane e spavaldo, di quello che abbiamo letto e amato: siamo nel

La stanza di sopra

È sempre un piccolo miracolo leggere l’esordio di una scrittrice, dopo averne amato il libro della maturità. È come riportare indietro le lancette della scrittura, conscia però di quello che sarebbe accaduto dopo, in termini di evoluzione, perfezionamento, crescita e

I colori dell’estate: il Giallo

Questa estate ho scritto tre articoli per “Roma Cronache Lucane“, gentilmente ospitata da Leonardo Pisani. Ho cercato di coniugare tre elementi: quello cromatico, il territorio lucano e un libro di recente in libreria. Vi ripropongo il primo dedicato al Giallo.

Penelope Poirot e l’ora blu

I gialli di Becky Sharp, pubblicati da Marcos y Marcos, in cui campeggia la figura di Penepole Poirot e nascosta dalla sua ombra, la mite Velma Hamilton, non si leggono nella smania di svelare il colpevole e scoprire l’assassino. Bisogna lasciarsi contagiare

Cattiva

L’immaginazione è peggio dei sogni. Ed è pure peggio della realtà. Dentro i sogni non decidi tu, anche se sei tu. Nella realtà quello che decidi si compie, punto e basta. Nell’immaginazione, invece, può succedere ancora tutto quanto, sale a