di Donatella Pesile

La Potenza dei Libri

 

 

 

 

 

Libro di Giugno 2020
“La svastica sul sole” di Philip K. Dick

Potenza dei libri giugno
Il gruppo di lettura “La Potenza dei Libri” si è ritrovato finalmente in presenza per confrontarsi e discutere il libro del mese di Giugno, “La svastica sul sole” di Philip K. Dick.

Autore statunitense, noto soprattutto ai cultori del genere fantascientifico e distopico, Philip K. Dick pubblica questo romanzo ucronico nel 1962 con il titolo “The man in the High Castle”, vincendo il Premio Hugo nel 1963, premio dedicato ai migliori lavori di genere fantascientifico e fantasy pubblicati nell’anno precedente.

Dick, ci guida in un mondo diverso da quello che conosciamo, immaginando come sarebbe stato se le potenze dell’Asse avessero vinto la Seconda Guerra Mondiale. Ci ritroviamo, quindi, in degli anni ’60 alternativi, in cui il mondo è sotto il dominio del Reich nazista e del Giappone e presenta gli Stati Uniti come un paese vinto, occupato.
I vincitori esercitano il loro potere con metodi differenti ma entrambi caratterizzati dall’oppressione e dal controllo, i Tedeschi lo fanno attraverso l’antisemitismo, la violenza poliziesca e la tecnologia, supporto di un’ambizione espansionistica che travalica i confini della Terra, i Giapponesi, invece, con metodi meno appariscenti, più sottili, ma altrettanto ambigui.
A muoversi in questo mondo da incubo sono Frank Frink, un operaio ebreo-americano, la sua ex moglie Juliana, il Signor Childan rivenditore di false antichità americane, Nabosuke Tagomi un alto funzionario giapponese, un tedesco che, sotto mentite spoglie, tenta di avvisare i nipponici di un attacco nucleare contro di loro, un italiano che per conto della Gestapo ha il compito di uccidere uno scrittore… Le storie di questi protagonisti si sfiorano creando quei punti di contatto determinanti nel comporre la visione d’insieme del romanzo che si rapporta costantemente al contenuto di due libri, i quali, a loro volta, sembrano muovere le fila di tutta la narrazione. Uno è “La cavalletta non si alzerà più”, nel quale si narra della vittoria degli Americani e dei loro Alleati, dunque un’ucronìa nella distopia, l’altro libro è, invece, il famoso oracolo cinese l’ “I-Ching” costantemente consultato dai protagonisti, che diverrà centrale e fondamentale nella conclusione del romanzo. Lasciando il lettore a interrogarsi su quale sia allora la Verità.

Dunque, le aspettative del gruppo erano molto alte, tuttavia l’opinione prevalente è che il romanzo sia molto macchinoso, contorto in alcuni punti, con un linguaggio poco fluido, molte sono state le difficoltà nel reperire collegamenti tra le varie vicende che insieme danno vita a una trama carente, dispersiva, lasciando un senso di incompletezza e costringendo il lettore ad un duro lavoro di interpretazione di quelle che potevano essere le intenzioni dell’autore.
Comprendere appieno quello che, come è stato definito dalla critica, è il genio visionario di Philip K. Dick non è probabilmente una faccenda immediata, poiché la vita dell’autore si riflette profondamente nelle pagine che scrive e pertanto sarebbe utile approfondirla per apprezzarne al meglio l’opera, è un testo che va contestualizzato, e che è decisamente consigliabile ad un pubblico di lettori appassionati del genere specifico.

 

Prossimo appuntamento

Data: sabato 30 luglio 2020

Ora: 16.00

Luogo: nuovo Polo bibliotecario di Potenza

Libro del mese: “Oltre l’inverno”

Autore: Isabel Allende

Per sapere come partecipare… scrivici!

Mail: lapotenzadeilibri@gmail.com

Facebook: LA POTENZA DEI LIBRI – Gruppo di lettura

(https://www.facebook.com/groups/676979559012285/)
Instagram: @lapzdeilibri

La Potenza di “La svastica sul sole”

Lascia un commento