9788859238065

La fantasia dei bambini è portentosa, soprattutto quando è supportata da curiosità e sprezzo del pericolo. Per Luigi di 3 anni l’immedesimazione con Beatrice, l’intrepida protagonista di “Un compleanno nella giungla” scritto da Simona Miola e illustrato da Daniela Volpari (Giralangolo) è scattata immediata: poter avere in regalo l’uniforme da esploratore, che la bimba riceve dai nonni per il quinto compleanno, diventa da subito anche il suo desiderio.

Quello che da madre lettrice continua a conquistarmi, libro dopo libro, della collana Sottosopra diretta da Irene Biemme per Giralangolo di cui “Un compleanno nella giungla” fa parte, è il messaggio mai didascalico e prescrittivo sull’identità di genere e contro gli stereotipi. Ogni libro, da spunti diversificati e molteplici, propone sempre un modello costruttivo, un esempio rovesciato, uno stereotipo combattuto con l’ironia: la madre che torna dal lavoro e i figli accuditi dal padre; la piratessa Lilla (eroina appassionata di Luigi); il principe che abbandona il suo cavallo per correre in bicicletta; fino ad arrivare ai nostri amici di sempre, le Piccole Pesti o al tenero lupacchiotto Tito, con i suoi straordinari mestieri con cui diventare un vero uomo fuori da ogni stereotipo e al di sopra di ogni identità di genere. Ma l’elenco è ancora più lungo.

9788859231608

9788859208495

9788859207559

9788859206095

 

 

 

 

 

 

Anche con Beatrice la magia si ripete: una piccola coraggiosa esploratrice, impavida di fronte ai pericoli che siano un coccodrillo o una tigre feroce. Per ogni avventura l’arma giusta: il kriss, il pugnale ondulato di Sandokan per affrontare un pericolo misterioso (che si rivela una grossa scimmia occhialuta a cui la bimba offre una fetta di torta); bussola e binocolo per orientarsi nella giungla ed esplorare dall’albero più alto le Montagne dei Quattro Camini e la Pianura dei girasoli; la lente di ingrandimento per studiare da vicino un bruco grassottello e peloso, con tanti puntini neri; un coltellaccio per affrontare un terribile coccodrillo  o una tigre feroce che schiaccia un sonnellino.

thumbnail_p_20161201_155340Luigi ha gli occhi pieni di ammirazione per questa bimba intraprendente che vorrebbe come amica e che usa con perizia strumenti e attrezzi da vera esploratrice, e non perde di fascino ai suoi occhi che il coccodrillo sia così piccolo da scomparire in un buco del muro (ma è una lucertola! –esclama Giusi, di 9 anni, che una lettura ad alta voce non se la perde mai!) o che la tigre miagoli, invece di ruggire.

In “Un compleanno nella giungla” il testo, leggero aperto divertente di Simona Miola, è integrato con ironia e brio dai disegni colorati, esotici, narrativi di Daniela Volpari, che avevo già apprezzato per l’ariosità della matita e la dolcezza dei tratti in “Amelia che sapeva volare”9788859207542

Testo e immagini in “Un compleanno nella giungla” vivono in una simbiosi che rende la lettura avventurosa ed entusiasmante, ricca di sorprese a ogni rilettura, perché Luigi, come tutti i bimbi della sua età, ama farsi leggere a ripetizione, e a distanza di tempo, le storie che gli sono rimaste nel cuore. Il numero di riletture è proporzionale al gradimento della storia.

 

thumbnail_p_20161127_201020Mentre noi spaparanzati sul nuovo, comodo divano leggiamo e rileggiamo il testo, osserviamo e commentiamo i disegni, Beatrice ci insegna con il sorriso una piccola, grande verità:

Attraversare il giardino e raggiungere la casa dei vicini era stata un’impresa da grande esploratrice!

Come spesso accade con i libri della collana Sottosopra il finale non è una morale, e ancora di meno un insegnamento, ma un augurio e una speranza. Che Luigi (e i piccoli lettori come lui) possano essere dei grandi esploratori, non solo e non tanto di luoghi lontani e remoti, ma in particolare di quelli familiari e comuni, come il proprio giardino o quello contiguo, in cui con occhio libero e sincero snidare stereotipi, convenzioni e pregiudizi.

Un compleanno nella giungla
Tags: